Weekend ad Alicante: appunti di gusto 24h

Cosa e dove mangiare ad Alicante è stata la seconda ricerca che ho affidato a quel meraviglioso strumento di nome Google dopo che, durante un’allegra serata tra amici, mi sono ritrovata tra le prenotazioni online un volo Ryanair con destinazione di cui sopra.

Tra un calice e l’altro si parlava del più e del meno, di dove si potesse organizzare un weekend fuori porta all’insegna del gusto e del relax, ed ecco che appare, come un miraggio, un biglietto aereo a/r a soli 10 euro per Alicante.

Sì, hai capito perfettamente: al prezzo di un pranzo di lavoro si va e si torna in aereo da questa graziosa località del sud est della Spagna (sotto Valencia, per intenderci, ma nella stessa regione) famosa per mare, buoni sapori e divertimento.

E la pacchia continua… non è solamente il trasporto ad avere un prezzo che cattura al primo sguardo, ma anche l’intera proposta di soggiorno. In questo periodo in particolare, con un budget limitato ci si può godere un weekend di gusto, storia e cultura, senza farsi mancare niente.

castello alicante

Trovata una degna compagna di avventura, bastano una manciata di minuti per prenotare il viaggio aereo e, con un secondo clic, anche l’alloggio, comodo e spartano nel cuore della città.

Eccomi dunque tra le vie del centro, con entusiasmo e ottima compagnia, alla ricerca di cose buone da mangiare e poi da raccomandare. Non ti resta che dare un’occhiata ai miei placetobe e organizzare la gita.

La colazione: dolce o salata?

La mattina ha l’oro in bocca e va sfruttata al meglio per scoprire le bellezze di una nuova città. Ma non senza aver fatto il pieno di benzina. Che per me significa: ricca colazione, dolce o salata.

Due gli indirizzi che vale la pena provare. Il primo si chiama El Molì Pan Y Cafè ed è una sorta di bakery con vetrinette che danno sulla via principale e ingolosiscono i passanti con prelibatezze di ogni tipo. Sia da consumare in loco sia da asporto.

In alternativa anche Santagloria è ottimo e invita a prendere posto all’interno, dove l’arredamento e il design raggiungono i massimi livelli di accoglienza e calore.

Nel menù colazioni – sia dolci sia salate – e brunch, una miriade di french toast, baguette, empanadas, brioches, muffin, torte, biscotti, brownies, focacce salate, paninetti, quiche, croque madame, monsieur e molto molto altro ancora. Per cui se vuoi sapere cosa mangiare ad Alicante la risposta è: tutto questo e molto altro.

La cervecita in riva al mare

In Spagna non si pranza prima delle 14. O meglio, non è usanza farlo. Per cui, per non dare nell’occhio e per allontanarci dalla solita richiesta turistica di pasteggiare anzi tempo, decidiamo di fare tappa da Alma de Mar, un grazioso localino nei toni del bianco e dell’azzurro, dove stuzzicare l’appetito con cervecitas, olive e mandorle salate.

In realtà in menù c’è ben altro (tantissime tapas e proposte di light lunch) e la tentazione è proprio quella di ordinare qualcosa di sfizioso, ma sapendo cosa ci aspetta per pranzo, incredibilmente ci tratteniamo.

La miglior paella di Alicante

Tra le cose da mangiare ad Alicante di cui parlavo prima, su tutte vince l’arroz alicantino (altrove chiamato paella). Altro non è che un riso cotto nella classica padella che prende un colore tendente al “mattone” per l’utilizzo della salmorreta, un salsa fatta con peperone verde, aglio, prezzemolo, pomodori, olio di oliva e succo di limone.

A questo naturalmente si aggiungono altri ingredienti in base alla tipologia di arroz scelto. Noi siamo state nel miglior ristorante di arroz di Alicante, Casa Domingo, che si trova proprio sul mare, e abbiamo optato per l’arroz Domingo, con pesce misto (calamari, gamberi, vongole e pesce azzurro). Prezzo 13 euro a persona. Con bottiglia di vino in abbinamento si arriva a 20 euro a persona.

Per l’aperitivo/ merenda: jamon & croquetas

“Ops I did it again” potrebbe essere il titolo di questo trafiletto, perché ogni volta che leggo croquetas o jamon da qualche parte ci casco sempre. Sono una tentazione alla quale non so resistere a prescindere da quanto spazio sia libero nello stomaco. In tal caso ti consiglio di andare da Boca de Vin, un locale dove sentirsi a casa grazie all’atmosfera e all’accoglienza del personale, gentilissimo. Tra le cose da mangiare ad Alicante, infatti, dell’ottimo jamon servito con pane e grissini, ma anche il profumo di carne che arriva dalle cucine. Bisogna ritornarci.

Cosa mangiare ad Alicante? Le tentazioni del Mercado Central

Il mercato coperto, in ogni città spagnola, è una vera e propria istituzione per capire le tradizioni della gente che la vive. Una meta da non trascurare e al contempo un piacere per tutti i sensi. Anche ad Alicante la storia è la medesima: ci si immerge in un viaggio tra profumi e colori che si alternano da un banco all’altro, restando ammaliati dai prodotti più introvabili. Pesce, formaggi, frutta, verdura, prodotti da forno, carni e salumi. C’è da perdersi qua dentro. Se avessi avuto un appartamento per cucinare, il mercato sarebbe stata la mia scelta. Hai visto che meraviglia i gamberi carabineros e le aragoste appena pescate?

Il miglior tapas bar di Alicante

A vederlo da fuori e con occhio superficiale non gli daresti due lire. Ma se vai oltre e decidi di badare alla sostanza più che all’apparenza, ti renderai conto che la Cervecerìa Sento Rambla è senza ombra di dubbio il miglior tapas bar di Alicante. Sono pochissimi i posti a sedere all’interno (circa 8 sgabelli), per questo motivo ti consiglio di venirci sul presto per l’aperitivo, che in Spagna significa verso le 19.30. in alternativa puoi ordinare e stare in piedi all’esterno del locale.

Tutte le tapas e i montaditos (paninetti) sono da sballo – e se dico tutte è perché abbiamo assaggiato veramente quasi tutto il menù. Ma se proprio vuoi una mini classifica segnati questi nomi: Alicantino (champignon con formaggio di capra e bacon) e il montadito Ivan – dal nome del proprietario, gentile e super accogliente – vincitore, tra l’altro, del premio come miglior tapa di Alicante. Ah, quasi dimenticavo: tra i due strati di pane troviamo ottima carne, foie gras, torrone, sale maldon, rucola e noci. Tornerei all’istante solo per andare da loro!

Pesce freschissimo e cucina gourmet

Un altro locale che mi ha conquistato a tal punto da sperare di tornarci quanto prima è la Taberna del Gourmet, un mix tra bistrot e ristorante dove fidarsi a ordinare pesce di ogni tipo poiché la freschezza del prodotto è al primo posto. Per capirlo mi sono bastati un paio di calamari alla griglia: cotti alla perfezione si scioglievano in bocca e portavano con sé il gusto autentico del mare, senza alcun compromesso. Davvero emozionanti.

Margarita mon amour

Ma oltre a cosa mangiare ad Alicante voglio suggerirti anche cosa e dove bere bene. Prima di andare a dormire vuoi non fartelo un super cocktail? Ovvio che sì. Soprattutto se capiti in città durante l’Alicante Cocktail Week, che vede la partecipazione dei migliori bartender del Paese in collaborazione con i locali del centro storico.

Per gustarci l’evento abbiamo scelto Lounge 26, un cocktail bar alla moda, a pochi passi dall’hotel e a fianco del Santagloria – dove ci siamo godute l’ultimo drink, abbiamo ascoltato buona musica e programmato un ritorno primaverile ad Alicante, al quale per ora diciamo arrivederci e grazie.

 

A Madrid, invece, ci sei già stato? Perchè c’è un altro articolo pieno di spunti che puoi leggere cliccando qui. Magari per la prossima gita fuori porta…

Torna in alto